Grafica con il titolo dell'articolo e una foto di una universitaria con la testa nei libri
Agenzia immobiliare -Network Marketing

Homezon.it.

Contratto di locazione per universitari.

10 Settembre, 2020
Grafica con il titolo dell'articolo e una foto di una universitaria con la testa nei libri

Dopo aver approfondito i contratti d’affitto brevi, è arrivata l’ora di guardare da più vicino la tipologia di contratto di locazione per universitari.

In cosa consiste ?

Il contratto per studenti universitari è un tipo di contratto di locazione della durata che può variare dai 6 ai 36 mesi. In questo caso il locatore lascia la casa a uno o più studenti che lo destineranno ad abitazione durante i loro studi universitari. Inoltre il contratto può essere firmato anche dai genitori per conto dei figli.

La stipula di un contratto di locazione per studenti universitari deve in ogni caso rispettare due condizioni fondamentali:

  • La residenza in un Comune diverso da quello in cui frequenta l’università;
  • L’immobile concesso in locazione deve trovarsi in un comune dove ha sede l’università  o in un comune limitrofo.

Canone di locazione

Il canone che lo studente (o gli studenti) si impegnano a corrispondere al locatario può essere determinato dalle parti liberamente. Il decreto 30 dicembre 2002 prevede che i canoni di locazione sono definiti da appositi accordi locali che tengono conto dei valori per zone determinate. Nonostante ciò, è comunque possibile adeguarne l’importo sulla base dell’effettiva durata del contratto, della presenza di clausole particolari o della presenza di arredamento.

Disdetta o rinnovo

Il contratto di locazione per studenti universitari è soggetto a rinnovo automatico per lo stesso periodo di tempo a quello originario, a meno che una delle due parti non eserciti la sua facoltà di disdetta dando un preavviso di almeno 3 mesi prima della scadenza. Le parti hanno anche la possibilità di recedere in qualsiasi momento, con lo stesso preavviso, in caso di gravi motivi.

Dato che gli studenti inquilini possono essere anche più di uno, può ben verificarsi l’ipotesi che uno solo di essi decida di recedere. In tal caso, gli altri devono pagare al locatore l’intero canone facendosi carico pro quota della parte di affitto lasciata “scoperta”. Con il consenso del proprietario è comunque possibile sostituire lo studente che ha lasciato l’appartamento con un nuovo studente.

 

Puoi avere una consulenza gratuita  fissando un appuntamento con un nostro agente senza alcun impegno.

Seguici anche sui social:

Facebook

Instagram

Youtube

Può interessarti anche:

Il nostro blog

I nostri agenti

I nostri immobili 

     
    Author

    Santino B..

    +393356646622
    santino@homezon.it

    Comments are closed here.